No all'impianto a biogas di Pulsano

La provincia di Taranto è già ampiamente stretta nella morsa di numerosi inceneritori e discariche, nonché di maxi impianti di organico, quali 
- Eden 94 a Manduria che già annualmente è autorizzata a trattare ben 60 mila tonnellate di rifiuti;
- la Progeva di Laterza con le sue 45 mila tonnellate l’anno;
- l’Aseco di Ginosa (ora sotto sequestro) con 80 mila tonnellate annue;
- l’Amiu di Taranto a Statte con 15.500 tonnellate annue.
Un totale di circa 200 mila tonnellate a fronte di un quantitativo di circa 34 mila tonnellate di organico prodotte dalla provincia nel 2016. 
Il resto arriva da fuori provincia attraverso viaggi lunghissimi su strada da parte dei mezzi. 

COME SE NON BASTASSE...
Alle circa 200 mila tonnellate annue autorizzate, potrebbero aggiungersi le 60 mila t/a autorizzate per Pulsano ma con un'aggravante: l'obiettivo principale del maxi impianto di Pulsano sarà quello della produzione di biogas per incassare gli incentivi, a scapito della qualità del compost. 

Senza incentivi pubblici l’impianto è economicamente insostenibile. Mi auguro pertanto che la Regione Puglia, la quale finanzierà con soldi pubblici l’impianto, torni indietro sui suoi passi: sono altre le province che necessitano di impianti di organico, quella tarantina è già autosufficiente con quelli già esistenti! 

Voglio applaudire all’iniziativa organizzata da alcuni cittadini di Pulsano contro il nuovo maxi impianto a biogas da 60 mila t/a. Gli abitanti della provincia di Taranto stanno attivamente proteggendo il loro territorio contro l’arroganza di una cieca Amministrazione comunale, appoggiata dalla Regione Puglia che tra l’altro continua a promuovere un Piano rifiuti inaccettabile e nemmeno lontanamente virtuoso. 
Il compostaggio di per sè rappresenta una buona pratica di trattamento ma deve essere fatto con criterio, anche di tipo territoriale!

LEGGI L'ARTICOLO

Tempo di lettura: 2'

Pubblicato il: 21/06/2019 - 19:55:3


TORNA ALLA HOME
Giovanni Vianello

La viabilità della SS16 Adriatica va migliorata anche attraverso le osservazioni sollevate dai sindaci del territorio

E insieme a un'analisi costo/benefici che ad oggi manca. L'ambiente va tutelato anche quando si progettano soluzioni che potrebbero riservare alternativa più economiche e meno impattanti

Leggi di più

Giovanni Vianello

Inaugurato a inizio aprile il nuovo tratto della SS96

Toninelli ha inaugurato all'inizio di questo mese il nuovo tratto della SS96 tra Toritto e Modugno. Infrastrutture e quindi maggiori collegamenti sono in questo caso una buona notizia per l'economia del Paese, nel caso specifico della Puglia

Leggi di più

Giovanni Vianello

Pd e Forza Italia vogliono trivellare i nostri mari

Contesto nel merito ma non nel metodo l'impugnazione del dl Semplificazioni davanti alla Corte costituzionale da parte di due senatori del Pd e di un deputato di Forza Italia

Leggi di più

Giovanni Vianello

Terra dei Fuochi anche nella Capitanata: sono necessari controlli stringenti

Sul caso dei rifiuti nel Foggiano ho presentato una interrogazione parlamentare al ministero dell'Ambiente

Leggi di più

Giovanni Vianello

Eipli rimane in mano pubblica

Grazie a un nostro emendamento (a prima firma Daga - M5S) nell'ambito del dl Crescita. Nessuno deve rimanere indietro

Leggi di più

Giovanni Vianello

Troppi centri di compostaggio che trattano oltre il fabbisogno territoriale

Per questo si importa organico. La situazione si aggraverà con il nuovo impianto a Pulsano, il Presidente Emiliano favorisce solo condizioni peggiori

Leggi di più

Giovanni Vianello

Area di crisi Taranto, sbloccati 30 mln di euro destinati ai Comuni

Un'altra buona notizia per il capoluogo ionico!

Leggi di più

Giovanni Vianello

Elezioni pulite, il provvedimento che rende sicuro il procedimento elettorale

Con 301 voti favorevoli è passato alla Camera il provvedimento che rende trasparenti le elezioni, obiettivo principale della misura, che adesso passa al Senato, è quello di riavvicinare i cittadini alla politica e allo strumento elettorale

Leggi di più