AREA MARINA PROTETTA DEL MAR PICCOLO E DELLE ISOLE CHERADI: PRIMO INCONTRO SVOLTO, AVANTI PER L’EFFETTIVA ISTITUZIONE.

Ciao a tutti, ottime notizie sul fronte della tutela ambientale e diversificazione economica di Taranto!

Con un mio emendamento concordato con l’ex Ministro Sergio Costa alla scorsa Legge di Bilancio (2021) per dare seguito ad una mia mozione approvata all’unanimità (cioè votata favorevolmente da tutte le forze politiche) nel 2019 dalle commissioni Ambiente e Attività produttive, il Mar Piccolo e le Isole Cheradi sono entrate a pieno titolo nella legge quadro sulle aree protette come “Aree Marine Protette di prossima istituzione”. Le Aree Marine Protette sono il massimo riconoscimento di tutela e valorizzazione ambientale dello Stato Italiano. Le “AMP di prossima istituzione” per diventare effettivamente “Aree Marine Protette” devono essere poste ad un confronto tra Ministero, Enti Locali, Regione e scientificamente analizzate da enti tecnici come ISPRA, tuttavia molto spesso, purtroppo, a causa della negligenza degli enti coinvolti, spesso le “AMP di prossima istituzione” non diventano AMP effettive.

La buona notizia sta nel fatto che grazie alla solerzia della Sottosegretaria al MITE Ilaria Fontana che ha sollecitato gli uffici per procedere velocemente con l’iter di istituzione della AMP, giorno 3 novembre c’è stato il primo incontro e si registrano pareri favorevoli da parte del Comune di Taranto, della Provincia di Taranto e della Regione Puglia (senza il loro benestare la AMP non potrà essere istituita).

E’ risaputo lo splendore delle nostre Isole Cheradi di San Pietro e San Paolo, ed altrettanto conosciuta è la ricchezza della biodiversità nel Mar Piccolo, solo che ci sono due problemi:

1)il Mar Piccolo è ancora un SIN (sito d’interesse nazionale da bonificare) e fino a quando la bonifica non verrà completata difficilmente potrà diventare una AMP.

2) Gli appetiti di soliti noti e ignoti nel mettere le mani sul Mar Piccolo e le sue coste sono altrettanto noti.

Per superare queste criticità ho pensato attraverso l’emendamento che è stato approvato, di prevede di riconoscere l’AMP anche separatamente in modo tale che da una parte si possa procedere più velocemente all’istituzione della AMP delle Isole Cheradi (che non ha problemi di bonifica visto il lavoro svolto dalla Marina Militare) e dall’altra, nel frattempo che la bonifica sul Mar Piccolo si compia, già da oggi si possa dare una destinazione futura ben precisa al mar Piccolo, non legata alla cementificazione e all’inquinamento ma bensì alla tutela ambientale ed economica ad essa correlata come ad esempio la mitilicoltura e il turismo green.

Tale idea di istituire l’AMP delle Isole Cheradi e del Mar Piccolo nasce da profondi studi, confronti continui con diversi esperti di biologia marina e visite sul campo che ho effettuato da almeno un decennio a questa parte raccogliendo tutto quello che poteva essere utile alla causa e grazie anche alla petizione lanciata sul web e propagandata ai mille banchetti di raccolta firme, la proposta è stata successivamente riportata dal sottoscritto in Parlamento e sono lieto che grazie anche ai miei colleghi stia man mano prendendo sempre più forma.

Molti di voi in questi mesi mi hanno chiesto come mai la stampa e le reti televisive locali si siano concentrate solo a diffondere notizie su aree protette di minor valore (regionali o oasi blu) e non abbiano invece dato almeno altrettanto spazio alla AMP di competenza statale che è la massima protezione e valorizzazione di un tratto di mare e costa: non voglio entrare in questa polemica, lascio ai lettori e ascoltatori giudicare il lavoro dei media, io posso solo dirvi che sono felice per qualsiasi iniziativa che venga portata avanti che riguardi protezione e valorizzazione ambientale, qualsiasi iniziativa nessuna esclusa perchè rappresentano un cambio di paradigma politico che dalla devastazione e sfruttamento dell’ambiente sta (pian piano) cambiando nella protezione e valorizzazione. Per cui ben venga ogni iniziativa in tal senso e ringrazio ogni amministratore, associazione e singolo cittadino che si prodiga nella sua vita a proteggere e valorizzare l’ambiente: GRAZIE.

È proprio su questo ringraziamento dico a tutte e tutti voi: non molliamo, continuiamo in ogni sede possibile a cercare la tutela dei nostri habitat e della nostra biodiversità a cominciare dal seguire molto da vicino l’iter di istituzione della AMP delle Isole Cheradi e del mar Piccolo.

Forza

LEGGI L'ARTICOLO

Tempo di lettura: 5'

Pubblicato il: 05/11/2021 - 15:05:1


TORNA ALLA HOME
Giovanni Vianello

Amianto, la fibra killer da debellare

"Una cabina di regia unica su amianto". È questa la proposta del ministro Costa che ieri dalla sua pagina Fb ci ha fatto sapere che il Ministero è concentrato anche sul fronte del superamento della fibra killer che 25 anni fa è stata bandita

Leggi di più

Giovanni Vianello

1,16 mln per riqualificare gli alloggi SVAM Taranto

Questa opportunità è il risultato dell’approvazione da parte del Mise e del MATTM del finanziamento di 35 nuovi progetti totali relativi al PREPAC

Leggi di più

Giovanni Vianello

La nuova maggioranza sostenga le nostre proposte su Taranto!

Con la norma su immunità contenuta nel dl Imprese non riteniamo che sia stato raggiunto il bilanciamento degli interessi tra impresa, cittadini e diritti costituzionali

Leggi di più

Giovanni Vianello

Mittal continua a essere cattivo pagatore e diffonde terrore tra operai

A seguito delle audizioni in commissione Attività produttive sull’indotto Ilva, apprendiamo che Mittal continua a essere un cattivo pagatore, e inoltre l’atteggiamento irresponsabile di Arcelor Mittal si riversa anche sui lavoratori

Leggi di più

Giovanni Vianello

Stanziati 700 mln per edilizia scolastica, tra aree prioritarie figurano 167 comuni pugliesi

Tra i Comuni italiani prioritariamente interessati all’avviso pubblico che stanzia 700 mln per interventi di edilizia scolastica figurano anche 167 città pugliesi

Leggi di più

Giovanni Vianello

Facciamo chiarezza sull'emendamento periferie

Il Movimento 5 Stelle non ha bloccato i fondi per le periferie. L’emendamento passato al Senato nel cosiddetto decreto “Milleproroghe” non è assolutamente un colpo di mano della maggioranza ma una modifica di buon senso, che rispetta una sent...

Leggi di più

Giovanni Vianello

Pdl emissioni odorigene, incardinata in commissione Ambiente Camera

Sono onorato di essere il relatore di questa importante proposta che arriva al termine di un impegnativo ascolto dei territori vessati da sgradevoli odori

Leggi di più

Giovanni Vianello

Dl Semplificazioni, colmo di nefandezze su ambiente

Sul fronte ambientale pesanti criticità nel dl Semplificazioni

Leggi di più