11/10/21 - Il Parlamento corregga gli errori di Cingolani sulla direttiva contro la plastica monouso

Partiamo dai dati
- Ogni anno finiscono nel mare Mediterraneo ben 230 mila tonnellate di plastica, il 50% deriva dall’Italia, dall’Egitto e dalla Turchia.
- Il 94% è costituito da Macroplastiche, il 6% dalle micidiali Microplastiche che finiscono nella catena alimentare, ingerite dai pesci.
-  In totale nel Mar M. Si sono accumulate 1,2 miliardi di tonnellate di plastiche.
- Su un totale di 179 mila tonnellate di sardine sono state trovate 12 tonnellate di rifiuti plastici ingeriti.
Su un totale di 124 mila tonnellate di acciughe sono state trovate 31 tonnellate di plastiche.
Su un totale di 29 mila tonnellate di boghe sono state trovate 1 tonnellate di rifiuti plastici.
(fonte, report “The Mediterranean: Mare di plasticum” della IUCN)

RICICLO E RECUPERO NON SONO LE MIGLIORI PRATICHE, MEGLIO LA RIDUZIONE A MONTE DELLA PRODUZIONE DEL RIFIUTO.
- Il CONAI raccoglie il 92,4% degli imballaggi di plastica immessi al consumo. Si tratta SOLO degli imballaggi.
- Non tutta la plastica differenziata viene riciclata: il 50% finisce negli inceneritori.
- Secondo LIFEGATE il problema non può essere affrontato solo con la gestione del rifiuti ma ben più importante è produrre il minor numero di rifiuti possibili, soprattutto il monouso.
- E’ stabilito dalle direttive europee che la riduzione a monte della produzione del rifiuto è prioritario rispetto al riciclo o al recupero di rifiuti.
- Il Ministro Cingolani sta sbagliando il recepimento della direttiva SUP perchè lui promuove la produzione di rifiuti provenienti dal monouso (misti al 10% di plastica e anche dei cosiddetti compostabili… che poi non si compostano…) anzichè mettere al bando il monouso che è il vero obiettivo della direttiva. Rischio procedura d’infrazione.

MERCOLEDÌ’ SI VOTERA’ IN COMMISSIONE ATTIVITÀ PRODUTTIVE E AMBIENTE IL PARERE SUL RECEPIMENTO SBAGLIATO DELLA DIRETTIVA SUP DI CINGOLANI. COSA FARÀ’ IL PARLAMENTO?

LEGGI L'ARTICOLO

Tempo di lettura: 2'

Pubblicato il: 19/01/2022 - 14:16:1


TORNA ALLA HOME
Giovanni Vianello

Ok a mio Odg per recepire anticipatamente la direttiva ue plastiche

Accolto il mio OdG sul recepimento anticipato della direttiva "riduzione plastiche monouso"

Leggi di più

Giovanni Vianello

Superbonus, Puglia avanti per cantieri 110%

Oggi stiamo permettendo che anche al Sud la misura si diffonda

Leggi di più

Giovanni Vianello

Nel Tarantino due foci su cinque risultano inquinate

Il nuovo monitoraggio di Goletta Verde - Legambiente sullo stato di salute del mare in Puglia ha rilevato che nella provincia di Taranto sono due i siti inquinati, di cui uno in maniera anche grave

Leggi di più

Giovanni Vianello

Nucleare, parte la consultazione pubblica per il deposito nazionale

No in Puglia e Basilicata

Leggi di più

Giovanni Vianello

Taranto sotto scacco dell'allarmismo? Vi spiego perché...

Sui dati concernenti l'inquinamento a Taranto è necessario porre un limite tra l'informazione scientifica e quella politica. I dati degli Enti preposti al controllo rientrano nei limiti della normativa vigente, tuttavia il siderurgico non ha ancora dimostrato di...

Leggi di più

Giovanni Vianello

14/05/22 - Non ci sono parole per la violenza scatenata dalla polizia israeliana

E’ assurdo! Non ci sono parole per la violenza scatenata dalla polizia israeliana che ha attaccato il corteo funebre che trasportava il feretro della giornalista palestino-americana Shireen Abu Aklen

Leggi di più

Giovanni Vianello

Grandi novità dal Ministro Costa

L'Ambiente al governo ogni giorno raggiunge grandi traguardi. Stanno pensando davvero a tutto, anche a permettere ai pescatori di raccogliere i rifiuti in plastica quando sono in mare, affinchè vengano correttamente smaltiti

Leggi di più

Giovanni Vianello

17/02/22 - Ex-Ilva Milleproroghe: Governo va sotto, art. 21 abrogato, i soldi tornano alle bonifiche.

Alle 2:40 di notte, il nostro emendamento soppressivo dell’art.21 è stato approvato contro la volontà del Governo e della relatrice della Lega Nord.

Leggi di più