Da oggi la Commissione Via-Vas verrà scelta con avviso pubblico

Da oggi sarà possibile inviare la propria candidatura per partecipare alla procedura di selezione per far parte della Commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale Via e Vas.

QUI il testo integrale del decreto che individua tre specifici profili per la composizione della Commissione:
- 25 esperti in ambito ambientale
- 4 in quello economico
- 8 in campo giuridico 
- 3 nel settore della salute
PER UN TOTALE DI 40 MEMBRI SELEZIONATI! 

La commissione Via-Vas ha un ruolo strategico per il nostro territorio e lavora in maniera indipendente dal ministero dell’Ambiente. Si tratterà di un gruppo di tecnici indipendenti che ogni giorno assumeranno decisioni sul nostro territorio, sul nostro ambiente e quindi sulla nostra vita.

Cosa cambia rispetto al passato?
Se nella precedente legislatura era prevalso il criterio della discrezionalità, con questo atto si dà preferenza a una selezione pubblica incentrata sui criteri di professionalità dei candidati per dar vita a una Commissione tecnica il più possibile autorevole e competente.

Il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha deciso quindi di non nominare in maniera discrezionale i 40 membri della Commissione, dopo aver annullato quella precedente contestata dalla Corte dei Conti. 

La procedura di selezione prevede che ciascun candidato/esperto possa proporre la propria candidatura inviando al ministero dell’Ambiente la propria manifestazione d’interesse allegando il quadro di esperienze di studio e professionali. I curricula pervenuti saranno vagliati da uno specifico comitato istruttorio, formato da cinque personalità accademiche, che esaminerà in maniera oggettiva le competenze professionali degli interessati, potendo richiedere loro delucidazioni e chiarimenti. Sulla base dell’attività istruttoria del comitato, il ministro Costa provvederà a nominare la commissione con un apposito decreto.

I migliori tecnici al servizio dei cittadini!

LEGGI L'ARTICOLO

Tempo di lettura: 3'

Pubblicato il: 19/11/2018 - 12:13:0


TORNA ALLA HOME
Giovanni Vianello

Pronto a promuovere presso il MATTM l’ampliamento dell’AMP di Porto Cesareo

Dopo l’ok del Ministero guidato da Sergio Costa per l’ampliamento della Riserva naturale di Torre Guaceto, nel Brindisino, sono pronto a promuovere anche l’allargamento a favore dell’area marina protetta di Porto Cesareo, in provincia di Lecce

Leggi di più

Giovanni Vianello

Regionalismo differenziato, nel contratto di governo non sono previsti dislivelli fra cittadini

Stralcio tratto dall'intervista della Gazzetta del Mezzogiorno 

Leggi di più

Giovanni Vianello

Basta veleni!

Per almeno due giorni la città di Taranto è stata inondata da gas proveniente dall'Eni. Ho provveduto subito a depositare una interrogazione parlamentare al ministero dell'Ambiente, richiedendo la possibilità di compiere una ispezione nella raffine...

Leggi di più

Giovanni Vianello

Tratto Taranto-Massafra sulla SS7, progetto definanziato dalla Regione

Emiliano penalizza nuovamente le infrastrutture della provincia di Taranto

Leggi di più

Giovanni Vianello

Taranto, cuore della ricerca innovativa

Negli ambiti dell'energia solare e dell'economia circolare grazie allo stanziamento in Bilancio di nove milioni di euro complessivi per il triennio 2019-2021

Leggi di più

Giovanni Vianello

Nucleare, parte la consultazione pubblica per il deposito nazionale

No in Puglia e Basilicata

Leggi di più

Giovanni Vianello

Ex Ilva, ora si valuti il ritiro dell'AIA

Giustamente il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, attiva una procedura nei confronti dell’ex Ilva. Ora si valuti anche il ritiro dell’AIA, così come richiesto tramite una mia interrogazione parlamentare...

Leggi di più

Giovanni Vianello

Al lavoro per introdurre VDS preventiva

Sono a lavoro da mesi con i ministeri dell'Ambiente e della Salute per modificare il DpCM 2013 Balduzzi-Clini in tema di valutazione del danno sanitario. Essa deve essere fatta in maniera preventiva!

Leggi di più