27/06/22 - Emendamenti al DL Aiuti: Stop invio armi

Tra i numerosi emendamenti che ho presentato al Decreto Aiuti (DL 50/2022), mi permetto di segnalarveli alcuni molto importanti che puntano e rimediare sulle numerose nefandezze del Governo, tra propaganda governativa e disinformazione di molti media, sto cercando di intervenire su questi temi:

????? STOP INVIO ARMI IN UCRAINA: ho presentato un emendamento che cancella la scellerata decisione del Governo - confermata dai partiti di maggioranza (PD, M5S, Lega, Forza Italia, Leu) + la finta opposizione di Fratelli d’Italia - di inviare le armi in Ucraina. Come sapete l’invio delle armi verso un Paese in guerra è vietato dalla legge italiana e dal codice militare infatti Draghi e i partiti hanno dovuto derogare le norme in vigore . Ovviamente è crollata subito la propaganda di Conte e Salvini che si erano detti a parole contrari ma poi hanno votato favorevolmente. Ora gli diamo la possibilità di rimediare al loro errore e votando favorevolmente al mio emendamento, l’invio degli strumenti di morte verrebbe immediatamente fermato. Le motivazioni sono fin troppo evidenti e le narrazioni del governo che hanno raccontato mesi fa si sono rivelate tutte chiacchiere visto che hanno prolungato il conflitto, la distruzione e l’agonia dell’Ucraina. Ma non solo, perchè tale traffico di armamenti sta anche alimentando strade ulteriormente pericolose in quanto se non verranno prima intercettate dai russi, finiranno sul mercato nero e rivendute a terroristi e criminalità organizzata, così come Europol ha già rivelato. Una macchia indelebile sulla coscienza del governo e dei parlamentari che hanno votato favorevolmente all’invio delle armi che dobbiamo assolutamente bloccare per permettere alla diplomazia di lavorare seriamente per arrivare alla pace il prima possibile.

LEGGI L'ARTICOLO

Tempo di lettura: 2'

Pubblicato il: 27/06/2022 - 11:15:2


TORNA ALLA HOME
Giovanni Vianello

La nuova sede del Consiglio regionale pugliese: uno spreco gigantesco

Il M5S Puglia ha impiegato un anno per approfondire la sua indagine sulla nuova sede del Consiglio regionale pugliese, un'opera pubblica molto dispendiosa e ad alto impatto ambientale

Leggi di più

Giovanni Vianello

13/02/22 - PiTESAI: ripartono le trivelle e gli air gun, brutte notizie per la Puglia, disastro Cingolani

Con l’approvazione del Decreto sul PiTESAI l’Italia fa un disastro e contestualmente un ulteriore passo indietro nella transizione ecologica. Nonostante 4 mesi di ritardo rispetto ai tempi previsti da Cingolani, l’approvazione del PiTESAI non porta con se buo...

Leggi di più

Giovanni Vianello

Puglia Futura a Taranto, la nostra convention sull'innovazione

Puglia Futura è il titolo che abbiamo scelto per la convention organizzata dal M5S Puglia sui temi dell’innovazione in ambito amministrativo, ambientale, sanitario, infrastrutturale, economico, culturale. Si svolgerà a Taranto dal 1...

Leggi di più

Giovanni Vianello

Decreto Dignità riceve il via libera della Camera

Il decreto Dignità è stato approvato alla Camera con 312 voti favorevoli. Adesso il provvedimento passa al vaglio del Senato per l'approvazione definitiva. Con il decreto diciamo basta al precariato, al gioco d'azzardo, alla delocalizzazione e alla burocr...

Leggi di più

Giovanni Vianello

AREA MARINA PROTETTA DEL MAR PICCOLO E DELLE ISOLE CHERADI: PRIMO INCONTRO SVOLTO, AVANTI PER L’EFFETTIVA ISTITUZIONE.

Il giorno 3 novembre c’è stato il primo incontro da parte del Comune di Taranto, della Provincia di Taranto e della Regione Puglia e si registrano pareri favorevoli per l’istituzione dell’AMP (Area Marina Protetta) del Mar Piccolo e delle Isole Cheradi...

Leggi di più

Giovanni Vianello

Visita al porto di Taranto in compagnia dell'AdSP, Sergio Prete

Vi racconto la visita al porto di Taranto, accolto dall'AdSP Sergio Prete

Leggi di più

Giovanni Vianello

Ecomafie, approvata la relazione su rifiuti radioattivi

Via libera votato all'unanimità

Leggi di più

Giovanni Vianello

Il caso della discarica Burgesi ritorna in Parlamento

Grazie a una mia interrogazione parlamentare, scopri di più...

Leggi di più