12/05/22 - Energia: Draghi su rinnovabili predica bene e razzola male

Siamo disorientati dalle parole del Premier che afferma che per le rinnovabili occorrono investimenti più forti ma fino ad ora il suo Governo ha agito solo per aumentare la dipendenza dell’Italia dal carbone, gas e petrolio. La riprova l’abbiamo avuta con la Tassonomia verde UE, quello era il momento di condizionare tutti gli investimenti per i prossimi 10 anni solo per le rinnovabili e per la riqualificazione energetica tuttavia Draghi e Cingolani hanno dato il loro ok ad inserire gas e nucleare nella tassonomia il che drenerà fondi e investimenti proprio alle rinnovabili.

?Ulteriori conferme di questa schizofrenia le constatiamo con la mancanza di forti incentivi allo sviluppo delle rinnovabili che sono stati il vero impulso che ha permesso tra il 2010 e il 2013 un exploit di rinnovabili in Italia che non si è più ripetuto proprio per la mancanza di incentivi. E cosa dire sui continui sabotaggi al bonus 110%, misura che permetterebbe da una parte di ridurre il consumo energetico delle abitazioni e dall’altra di aumentare la produzione da rinnovabili?

????Le dichiarazioni di Draghi diventano addirittura ridicole se consideriamo i dati di produzione di energia eolica che non viene immessa in rete a causa delle congestioni della rete e della carenza di stoccaggi di energia. Abbiamo energia rinnovabile che non consumiamo perché Draghi e Cingolani stanno dormendo sull’unico fronte che permetterebbe all’Italia una vera indipendenza energetica e di essere innovativi e ambientalmente sostenibili.

LEGGI L'ARTICOLO

Tempo di lettura: 2'

Pubblicato il: 13/05/2022 - 13:26:3


TORNA ALLA HOME
Giovanni Vianello

29/12/22 - Elezione Presidente della Repubblica: tutto cambia per non cambiare niente!

E quindi Sergio Mattarella, nonostante non fosse disponibile e lo abbia detto in tutti i modi possibili, sarà confermato Presidente della Repubblica per ko tecnico dei partiti. Ha dovuto assistere alla poco onorevole processione dei leader dei partiti che lo hanno suppl...

Leggi di più

Giovanni Vianello

Stop a deroghe per lo stoccaggio dei rifiuti

Nell’ambito del decreto legge Rilancio, è stato approvato un emendamento a mia prima firma che abroga una proposta di FI, l’art. 113 bis al decreto Cura Italia

Leggi di più

Giovanni Vianello

In provincia di Taranto 5531 contratti per percettori occupabili di RdC

Il RdC sta sostenendo e riattivando un numero crescente di persone in difficoltà anche nel territorio di Taranto

Leggi di più

Giovanni Vianello

Ex Ilva, già nel 2016 segnalammo strane consulenze

Le vicende giudiziarie di martedì hanno messo in evidenza le strane consulenze che gravavano attorno all’Ilva ai tempi dei vecchi commissari, tra le quali spunta il nome di Nicoletti

Leggi di più

Giovanni Vianello

Al lavoro per introdurre VDS preventiva

Sono a lavoro da mesi con i ministeri dell'Ambiente e della Salute per modificare il DpCM 2013 Balduzzi-Clini in tema di valutazione del danno sanitario. Essa deve essere fatta in maniera preventiva!

Leggi di più

Giovanni Vianello

14/06/22 - Tassonomia Ue: due commissioni del Parlamento europeo dicono no a gas e nucleare

Le commissioni Economia e Ambiente del Parlamento europeo hanno bocciato la proposta della Commissione europea di includere #gas e #nucleare nella tassonomia verde. Ho sostenuto a più riprese che la scelta del Governo italiano di appoggiare l'inclusione del gas nell...

Leggi di più

Giovanni Vianello

Oltre 147mila beneficiari reddito e pensione cittadinanza in province Taranto, Brindisi e Bari

I dati aggiornati dell'Osservatorio Inps sui beneficiari delle varie misure di sostegno al reddito nelle province di Bari, Brindisi e Taranto

Leggi di più

Giovanni Vianello

Decreto dignità , la Waterloo del precariato

È stato approvato dal CdM il DL Dignità, ossia lo strumento attraverso il quale il governo del cambiamento ha iniziato a smantellare il Jobs Act che ha distrutto il mondo del lavoro relegando l’articolo 4 della Costituzione ai margini

Leggi di più