10/02/22 - Rigenerazione Urbana: i partiti di maggioranza sfavoriscono il Sud a vantaggio del Nord

Ieri la Camera dei Deputati ha approvato una mozione unitaria (Lega, M5S, PD, FI, IV, LEU) che sfavorisce il sud a vantaggio del nord.

Vi spiego meglio perché ad un occhio non attento se si leggono 2 degli “impegni” approvati, può sembrare una proposta positiva ma in realtà c’è l’ennesima fregatura ai danni del sud. Si parla dei fondi del bando di RIGENERAZIONE URBANA DEI NOSTRI COMUNI, FATE ATTENZIONE!

Dovete sapere che:

A gennaio 2021, è stato emanato un DPCM con il quale sono stati fissati i criteri per assegnare le risorse prioritariamente ai comuni che presentano nel proprio territorio una maggiore densità demografica caratterizzata da condizioni di vulnerabilità sociale e materiale (in base all'indice di vulnerabilità sociale e materiale – IVSM – calcolato dall'Istat), con conseguente più elevata manifestazione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, individuando quali destinatari i comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti, non capoluogo di provincia nonché i comuni capoluogo di provincia o sede di città metropolitana.

L’indice IVSM (reddito pro-capite, disoccupazione, vulnerabilità sociale, ecc…) ci dice che i comuni al SUD soffrono maggiormente queste condizioni e il bando è stato pensato per ridurre questo gap tra periferie e centri ma manche tra nord e sud. Pensate che stiamo parlando di un bando da 3,4 miliardi di euro (fondi del PNRR) e su un totale di 2.418 progetti presentati e 2.325 opere ammesse, l'elenco di opere attualmente ammesse e finanziate si compone di 1.784 unità, per complessivi 483 enti locali beneficiari: su i progetti che sono stati ammessi ma non finanziati, è emerso che il 93% sono progetti esclusi dei comuni del NORD per ovvi motivi: mediamente il reddito procapite al nord è più alto e la disoccupazione e l’emarginazione sociale è di molto inferiore rispetto al SUD.

BENE, SI INCOMINCIA A COLMARE IL GAP TRA NORD E SUD!

PURTROPPO IERI, i partiti di maggioranza e il Governo hanno invece approvato questa mozione che prevede, tra gli altri impegni, questi due:

1) ad assumere tutte le iniziative di competenza al fine di individuare ed integrare le risorse necessarie, pari a circa ulteriori 900 milioni di euro, nella misura che assicuri comunque al Mezzogiorno risorse pari ad almeno il 40 per cento delle risorse complessive (pari a 4,3 miliardi di euro), al fine di garantire il finanziamento di tutti i progetti che abbiano superato il vaglio di ammissibilità, progettazioni pronte e rapidamente cantierabili in grado di imprimere un forte sviluppo alle economie locali di tutto il territorio nazionale e di rispondere alle reali esigenze dei territori.

? ATTENZIONE: QUESTA E’ LA CLASSICA SUPERCAZZOLA: MA SE I PROGETTI ESCLUSI SONO QUASI TUTTI AL NORD VUOL DIRE CHE QUESTI ULTERIORI 900 MILIONI ANDRANNO QUASI del TUTTO AL NORD.

2) ad adottare iniziative nell’ambito dell’ulteriore DPCM per la definizione dei criteri di riparto delle risorse riferite al periodo 2027-2034, volte a migliorare ed integrare l’indice di vulnerabilità sociale e materiale (IVSM), per la ripartizione tra gli enti locali di ulteriori contributi previsti da successivi bandi, con parametri territorialmente idonei a garantire un’equilibrata distribuzione territoriale dell’intero Paese, ferma re- stando la quota minima del 40 per cento per il Mezzogiorno;

? ATTENZIONE: POICHÈ L’INDICE ISVM FAVORISCE LA SPESA DI QUESTI FONDI AL SUD, I PARTITI E IL GOVERNO LI VOGLIONO CAMBIARE E COSì FACENDO PER DARLI ANCHE AL CENTRO E AL NORD. COSì FACENDO NON SI COLMERAI MAI QUEL GAP DI CUI IL SUD SOFFRE ORMAI CRONICAMENTE NEL CONFRONTI DEL RESTO DEL PAESE.

SOLO NOI DI Alternativa ABBIAMO VOTATO CONTRO VISTO CHE ANCHE FRATELLI D’ITALIA SI E' ASTENUTA. SOLO NOI VI STIAMO INFORMANDO DELL’ENNESIMA TRUFFA AI DANNI DEL SUD VOLUTA DA LEGA, M5S, PD, FORZA ITALIA, ITALIA VIVA, LIBERI E UGUALI, RICORDATELO!

LEGGI L'ARTICOLO

Tempo di lettura: 4'

Pubblicato il: 14/02/2022 - 10:20:1


TORNA ALLA HOME
Giovanni Vianello

Dissesto idrogeologico, per Puglia 15,29 mln per 6 interventi

Nel Piano nazionale per la mitigazione del rischio idrogeologico 2020 vengono stanziati a favore della Regione Puglia 15,29 milioni 

Leggi di più

Giovanni Vianello

Deposito nazionale, pronti emendamenti per estendere tempi osservazioni

Vi illustro il contenuto degli emendamenti a mia prima firma presentati al decreto Milleproroghe 2021

Leggi di più

Giovanni Vianello

Area Marina Protetta, un volano per il turismo e la tutela della mitilicoltura

Area Marina Protetta, un volano per il turismo, mentre il punto di sbarco e la valorizzazione della mitilicoltura utili per ripristinare la legalità nel settore e per il rilancio del prodotto 

Leggi di più

Giovanni Vianello

Il decreto Riordino dei Ministeri al vaglio di Montecitorio

Oggi e domani al vaglio della Camera dei Deputati la conversione in legge del decreto che si occupa di riordinare competenze e funzioni dei Ministeri

Leggi di più

Giovanni Vianello

Milleproroghe, la proroga approvata su PiTESAI e moratoria stop triv è solo primo passo

Mio emendamento approvato con riformulazione al Milleproroghe

Leggi di più

Giovanni Vianello

Cingolani e le TRIV: il solito “BLA, BLA, BLA”, Greta ha ragione!

Ha ragione Greta, le discussioni sulla tutela dell’ambiente e sulla transizione ecologica si stanno rivelando (per lo meno in Italia) solo un BLA BLA BLA.

Leggi di più

Giovanni Vianello

La discarica DISECO di Castellaneta è in stato di abbandono da oltre 17 anni!

Ho presentato una interrogazione parlamentare al ministero dell'Ambiente per chiedere un intervento sulla mai chiusa discarica Diseco, che aspetta la messa in sicurezza dal 2001

Leggi di più

Giovanni Vianello

Tremiti, una interrogazione dopo gli incendi. Potenziare la gestione dell'emergenza

Ho presentato una interrogazione parlamentare dopo gli incendi che hanno colpito al cuore le bellissime Isole Tremiti

Leggi di più