Miei emendamenti approvati al Milleproroghe per operai Ilva e portuali di Taranto!

Con l’approvazione di due miei emendamenti al Milleproroghe nelle commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera, finalmente sarà prevista nel 2020 l’integrazione salariale per i lavoratori Ilva in A.S. in Cigs e anche la proroga dell’integrazione salariale straordinaria per le giornate di mancato avviamento al lavoro dei portuali di Taranto!

L’emendamento sull'integrazione salariale è stato assorbito dal Governo, mentre quello sui portuali è stato approvato con riformulazione, entrambi nelle commissioni I e V della Camera.

Nel merito:
1) Con l’emendamento assorbito, come tra l’altro vi avevo già preannunciato, verrà approvata nel 2020 l’integrazione salariale ai dipendenti in cassintegrazione straordinaria del gruppo Ilva in A.S.

Abbiamo così superato una grave mancanza che ha danneggiato i lavoratori per questo inizio d’anno.

2) Mentre, per quanto riguarda i portuali, il mio emendamento è stato riformulato prevedendo che le azioni dell’Agenzia per la somministrazione del lavoro in porto e per la riqualificazione professionale, in cui confluiscono i lavoratori in esubero, vengano estese a 48 mesi, invece di 36.
Inoltre ho inserito le risorse aggiuntive per il 2020, pari a 11,2 milioni di euro, per prorogare i benefici dell’integrazione salariale straordinaria previste per le giornate di mancato avviamento al lavoro.

Entrambe le misure erano attese da tempo dal territorio di Taranto: si tratta di norme importanti a maggior ragione all’interno di un contesto complesso come quello di Taranto e per questo, ringrazio la Ministra Nunzia Catalfo che ha condiviso e accolto le mie proposte. 
Ora che i miei emendamenti sono stati approvati auspico che si concludano velocemente i passaggi nelle aule di Camera e Senato per far sì che queste proroghe diventino legge entro fine febbraio!

LEGGI L'ARTICOLO

Tempo di lettura: 2'

Pubblicato il: 13/02/2020 - 10:40:2


TORNA ALLA HOME
Giovanni Vianello

17/12/21 - Intervista sulla rivista “L’Indipendente” privatizzazione servizi pubblici. Cosa sta succedendo?

intervista sulla rivista “L’Indipendente” dove spiego come il Governo Draghi stia procedendo un passo dietro l’altro alla privatizzazione dei servizi pubblici locali a cominciare dall’Acqua

Leggi di più

Giovanni Vianello

05/03/22 - DL Ucraina e Energia: Governo usa crisi ucraina per tornare indietro di decenni.

“Utilizzando strumentalmente il conflitto Ucraino, la strategia di emergenza energetica che il Governo Draghi vuole adottare si basa su gas, carbone e olio combustibile, invece di puntare su rinnovabili e riqualificazione energetica

Leggi di più

Giovanni Vianello

Deposito nucleare: Trino e Scanzano Jonico: due esempi dell’inadeguatezza e della pericolosità del centrodestra!

Il centrodestra continua a commettere gravi errori sui temi legati al nucleare

Leggi di più

Giovanni Vianello

08/03/22 - Le sanzioni alla Russia: un boomerang mostruoso che colpisce l’economia e le famiglie italiane

Il tafazzismo europeo e le sanzioni alla Russia: un boomerang mostruoso che colpisce l’economia e le famiglie italiane.

Leggi di più

Giovanni Vianello

Deposito nazionale, presenteremo emendamento per estendere tempi e platea della consultazione pubblica

Con i colleghi del M5S nelle commissioni Ambiente e Attività produttive della Camera lavorando a un emendamento 

Leggi di più

Giovanni Vianello

08/02/22 - Dichiarazione di voto sulla riforma costituzionale in materia di tutela ambientale...un'operazione di greenwhasing!

Questo voto del Parlamento segna una giornata ambigua: il Parlamento vota favorevolmente una riforma costituzionale sull'ambiente mentre il Governo continua a produrre norme contro l'ambiente

Leggi di più

Giovanni Vianello

25/05/21 - Fiume Lato: dopo 20 anni quali risultati hanno ottenuto Regione ed enti locali?

Giovanni Vianello

Nuovo ampliamento discarica Italcave?

Vi invito a leggere il mio intervento su questo ennesimo scempio ai danni del Tarantino. Il presidente Emiliano dica la verità ai miei concittadini: ha deciso che il capoluogo ionico debba essere la sede di smaltimento dei rifiuti a livello regionale  

Leggi di più