Ambiente, sud e lavoro al centro dell'interesse del governo

In un mese di governo sono tantissime le iniziative di questo governo del cambiamento! La settimana che è appena passata ne ha viste due in particolare che voglio sottolineare e rilanciare. La prima del ministero dell'Ambiente, guidato da Sergio Costa, il quale ha annunciato che tra le priorità del Dicastero di via Cristoforo Colombo c'è anche la salvaguardia del mare.
"Sto già lavorando per stabilire un rapporto nuovo con il mondo dei pescatori perché possano raccogliere la plastica quando tirano su le reti", ha detto intervenendo a una trasmissione televisiva. Il suo impegno è rivolto verso la soluzione di un gap ad oggi esistente per cui gli operatori della pesca non possono trasportare verso un’isola ecologica la plastica raccolta in mare attraverso le reti, in quanto non sono dal punto di vista giuridico - amministrativo trasportatori di rifiuti, quindi commetterebbero un illecito. 
Altro obiettivo del Ministro è aumentare anche il budget a disposizione per la tutela del mare e in particolare della fauna. "È proprio nel nostro DNA farlo, nella nostra genia; quindi lo faremo senz'altro" - ha ribadito sempre in tv. 
La missione di Costa è anche quella di avvicinare finalmente "il cittadino all'amore per il mare [...] l'amore per il mare è un amore ecologico, un amore solare" - ha rilevato parlando della campagna della Fondazione Univerde e di Marevivo 'Mediterraneo da remare'. 

In seconda battuta, grazie all’impegno del nostro ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, finalmente si può attribuire la parola ex alla vertenza Natuzzi, l'azienda pugliese leader del legno e dell'arredo. Sono salvi migliaia di posti di lavoro, perchè proprio qualche giorno fa è stato siglato da azienda, sindacati e istituzioni l’accordo sul Piano Industriale Italia, proprio nel corso della Cabina di Regia interna al Mise. EÈ previsto un investimento di circa 36 milioni! Al tavolo romano erano presenti anche i parlamentari Angela Masi e Nunzio Angiola, mentre si sono mostrati molto soddisfatti i sindaci di Ginosa, Vito Parisi, e di Santeramo, Fabrizio Baldassarre, i quali insieme ai deputati cinquestelle hanno affrontato la tematica dell’ormai ex vertenza Natuzzi contribuendo alla sottoscrizione dell’accordo. Ora è il momento di vigilare che il punto raggiunto venga rispettato.

Inoltre, sempre il Ministro Di Maio, attraverso una intervista rilasciata al Corriere del Mezzogiorno, non ha lasciato spazio a incertezze per quanto riguarda il rilancio del Meridione: per il governo del cambiamento il Sud è una priorità, dubbi non ce ne devono essere! Non solo reddito di cittadinanza per le regioni del Mezzogiorno, ma anche più servizi, sicurezza e investimenti per valorizzare il patrimonio, così da far diventare il turismo un faro. È in questa direzione che siamo al lavoro. Finalmente i cittadini avranno le risposte che attendono da tempo e sarà un risultato importante per tutto il Paese. 

LEGGI L'ARTICOLO

Tempo di lettura: 3'

Pubblicato il: 02/07/2018 - 19:18:4


TORNA ALLA HOME
Giovanni Vianello

La nuova sede del Consiglio regionale pugliese: uno spreco gigantesco

Il M5S Puglia ha impiegato un anno per approfondire la sua indagine sulla nuova sede del Consiglio regionale pugliese, un'opera pubblica molto dispendiosa e ad alto impatto ambientale

Leggi di più

Giovanni Vianello

Rapporto RU 2018, Puglia tra le regioni maglia nera. Imbarazzanti i numeri sulla provincia di Taranto

C'ero anche io questa mattina alla presentazione del nuovo rapporto rifiuti urbani di Ispra. Puglia e province pugliesi ben al di sotto della media nazionale registrata sulla raccolta differenziata e distanti dall'obiettivo del 65%

Leggi di più

Giovanni Vianello

È grande l'impegno in Parlamento per bloccare l'elevato potenziale di inquinamento a Taranto

Depositata una interrogazione parlamentare sulla discarica Linea Ambiente di Grottaglie mentre a nella provincia di Taranto, l'Ente provinciale continua ad autorizzare raddoppi e sopralzi per siti di smaltimento rifiuti. Ultimo disco verde per Appia Energy

Leggi di più

Giovanni Vianello

Decreto dignità , la Waterloo del precariato

È stato approvato dal CdM il DL Dignità, ossia lo strumento attraverso il quale il governo del cambiamento ha iniziato a smantellare il Jobs Act che ha distrutto il mondo del lavoro relegando l’articolo 4 della Costituzione ai margini

Leggi di più

Giovanni Vianello

Taranto, 90 milioni per far rinascere Città vecchia

Ma anche a favore dell’ampliamento del Museo MarTa, della riqualificazione e decoro del centro storico, della valorizzazione degli ipogei e per una nuova sede dell'Archivio di Stato 

Leggi di più

Giovanni Vianello

Coronavirus ed ex Ilva, lettera al Prefetto

Scritta in maniera congiunta con i colleghi di Taranto, Gianpaolo Cassese e Rosalba De Giorgi

Leggi di più

Giovanni Vianello

Porto di Taranto, interrogazione al MiT sull'avanzamento dei lavori

Ho presentato al MiT una interrogazione per chiedere lo stato di avanzamento dei lavori, facendo anche riferimento alla posizione economica della ditta Astaldi

Leggi di più

Giovanni Vianello

Intervento in Aula sul ddl SalvaMare - discussione generale

Questo pomeriggio sono intervenuto in Aula della Camera nell'ambito della discussione generale sul ddl SalvaMare. Leggi il mio intervento completo

Leggi di più