8,9 milioni per la ciclomobilità in Puglia

Oltre 8,9 milioni di euro da destinare alla Puglia dei complessivi 137,2 milioni di euro stanziati a livello nazionale per la progettazione e la realizzazione di ciclovie urbane, ciclo-stazioni e di altri interventi per la sicurezza della circolazione ciclistica cittadina.

Abbiamo dato attuazione alla legge 2/2018 che finalmente dà alla bicicletta pari dignità degli altri veicoli. La legge prevede anche l'adozione del Piano nazionale della mobilità ciclistica, e finalmente con queste risorse l'obiettivo è più vicino e concreto dando fiato alla stesura e la cantierizzazione dei Biciplan per Comuni sopra i 50.000 abitanti. 

Dopo l'introduzione nel decreto legge Rilancio del bonus mobilità con lo sconto per l'acquisto di biciclette e monopattini elettrici e per l'abbonamento ai servizi di sharing e le modifiche al Codice della Strada - con l'introduzione delle corsie ciclabili e delle 'case avanzate', questo provvedimento dimostra la coerenza della nostra visione essendo in linea con la nostra stella polare sugli spostamenti sostenibili. 

È stato previsto anche un sistema di premialità per tutti quegli Enti che hanno già adottato o approvato il Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums), inteso come strumento principale di pianificazione al cui interno è previsto il piano dei percorsi ciclabili, ed è stato utilizzato un principio di riequilibrio territoriale in favore delle regioni del sud Italia nella suddivisione delle risorse. 

Ulteriori 4,2 milioni di euro, poi, saranno utilizzati per la progettazione e realizzazione di velostazioni e altri parcheggi per biciclette per favorire l'intermodalità dei collegamenti nei poli universitari, nelle stazioni ferroviarie.

Il dettaglio dei Comuni pugliesi:

- Città metropolitana di Bari: 2,8 mln di euro
- Comune di Bari: 1,6 mln di euro
- Comune di Taranto: 697.882 euro
- Comune di Foggia: 536.455 euro
- Comune di Andria: 353.624 euro
- Comune di Lecce: 338.006 euro
- Comune di Barletta: 335.505 euro
- Comune di Brindisi: 308.001 euro
- Comune di Cerignola: 208.032 euro
- Comune di Manfredonia: 201.302 euro
- Comune di Trani: 198.155 euro
- Comune di Bisceglie: 196.026 euro
- Comune di San Severo: 186.003 euro

LEGGI L'ARTICOLO

Tempo di lettura: 3'

Pubblicato il: 20/06/2020 - 10:38:1


TORNA ALLA HOME
Giovanni Vianello

Porto di Taranto, il centrodestra rema contro la riconversione della città

Ritengo che siano fuori luogo le ultime dichiarazioni di alcuni parlamentari pugliesi (non di Taranto) appartenenti a Forza Italia e Fratelli d’Italia sull’arrivo del Gruppo Ferretti nel capoluogo ionico...

Leggi di più

Giovanni Vianello

Unità d’intenti per l'esclusivo scopo della riconversione e della creazione di un'alternativa

Questa mattina a Taranto abbiamo incontrato il sindaco Rinaldo Melucci per discutere insieme sul caso Ilva

Leggi di più

Giovanni Vianello

Patto per l'export, a Laricchia la delega per la Puglia

Oltre 1 mld di euro per rilanciare il marchio Italia

Leggi di più

Giovanni Vianello

La Regione diminuisca i quantitativi di FORSU depositati in discarica

La Puglia nel 2016 ha importato da altre regioni circa 125 mila tonnellate di FORSU, proprio perchè a livello regionale sono diffusi grandi impianti di compostaggio che, non avendo limiti territoriali, possono riempirsi di FORSU extra regionale

Leggi di più

Giovanni Vianello

Ok della Camera al provvedimento Class Action

Con 365 voti favorevoli l’Aula di Montecitorio ha dato il via libera al provvedimento sulla class action, un termine inglese che indica un’azione legale condotta da uno o più soggetti

Leggi di più

Giovanni Vianello

Torre Guaceto, ok all'ampliamento della riserva!

Il ministero dell'Ambiente risponde a una mia interrogazione

Leggi di più

Giovanni Vianello

Taranto, cuore della ricerca innovativa

Negli ambiti dell'energia solare e dell'economia circolare grazie allo stanziamento in Bilancio di nove milioni di euro complessivi per il triennio 2019-2021

Leggi di più

Giovanni Vianello

Ex Ilva, Scarsa sicurezza dei lavoratori in fabbrica: necessario cambiare processi e garantire reddito

La sicurezza dei lavoratori in Ilva è sempre stato un punto dolente ma ora è maggiormente messa a rischio dalla scarsa manutenzione degli impianti del siderurgico. Presenterò un'interrogazione parlamentare

Leggi di più