Cingolani e le TRIV: il solito “BLA, BLA, BLA”, Greta ha ragione!

Ha ragione Greta, le discussioni sulla tutela dell’ambiente e sulla transizione ecologica si stanno rivelando (per lo meno in Italia) solo un BLA BLA BLA.

“Cingolani non ci dice la verità e continua a ribadire che sta rispettando i tempi previsti sul PiTESAI. In realtà ad oggi oltre a non esserci il piano, non si è tenuta nemmeno la Conferenza Unificata utile per stabilire l'idoneità delle aree per la parte a terra. Come fa a dire che non c’è alcun ritardo?” - dichiara il parlamentare tarantino Giovanni Vianello della commissione Attività Produttive e della bicamerale Ecomafie,-

“Secondo l’art.11-ter” - continua Vianello autore degli emendamenti approvati che hanno permesso le proroghe del PiTESAI e moratoria - “del Decreto-legge 135/18 come convertito dalla legge n. 12, 11 febbraio 2019, volta a definire le aree non idonee per le attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi sul territorio nazionale il piano doveva essere approvato entro il 30 settembre ma attualmente si è conclusa solo la Valutazione Ambientale Strategica. Inoltre il Ministro della cosiddetta Transizione Ecologica afferma che non rilascerà alcuna nuova autorizzazione. Mi piacerebbe credergli ma anche questa dichiarazione è priva di fondamento giuridico in quanto la moratoria che ho fortemente voluto, come cita la stessa norma, è già scaduta il 30 settembre 2021 ed ora i petrolieri sono legittimati a chiedere la prosecuzione degli iter. Ricordo a Cingolani che prima che lui sedesse a capo del MITE tra la scadenza del PiTESAI e la scadenza della moratoria c’era una differenza di 6 mesi in modo da non permettere la ripartenza degli iter prima che si espletassero tutti i passaggi per rendere effettivo il PiTESAI, ma lui nell’ultima mini proroga che ha ci concesso nell’ultimo milleproroghe ha parificato le scadenze al 30 settembre e non ha voluto estendere i tempi per PiTESAI e moratoria neanche fino a dicembre 2021 perchè avrebbe concluso il piano entro settembre.”

“È chiaro che abbiamo a che fare con un Ministro che è costretto a raccontare narrazioni forvianti per coprire i suoi insuccessi. Ed è quantomeno contraddittorio che Cingolani esca dalla Pre-Cop26 facendo uso di parole sulla tutela ambientale che in realtà non si traducono in fatti, poiché non solo non c’è più alcuna norma giuridica che impedisca alle multinazionali di riprendere i procedimenti ma si è anche rifiutato per ben due volte di bloccare tutte le future trivelle e Air Gun bocciandomi gli emendamenti presentati. Caro Ministro, anche una giovane donna di 18 anni (Greta Thunberg) si è accorta che anzichè fatti, sulla transizione ecologica è sempre e solo il solito BLA BLA. BLA.”

LEGGI L'ARTICOLO

Tempo di lettura: 3'

Pubblicato il: 04/10/2021 - 13:09:3


TORNA ALLA HOME
Giovanni Vianello

Il sindaco di Taranto ha perso un'altra occasione per essere incisivo

Melucci, primo cittadino di Taranto, non si è presentato al tavolo convocato al Mise da Di Maio per lunedì 30 luglio. Ha per l'ennesima volta dimostrato di non tutelare gli interessi del capoluogo ionico

Leggi di più

Giovanni Vianello

19/05/22 - Trivelle nell'Adriatico: aumentando l'estrazione si diventa indipendenti e si abbassano le bollette? FALSO!

#Trivelle nell'Adriatico: aumentando l'estrazione si diventa indipendenti e si abbassano le bollette? FALSO!

Leggi di più

Giovanni Vianello

Acqua Pubblica, vi spiego il mio emendamento per ripubblicizzare Aquedotto Pugliese

Ho presentato un emendamento al dl Daga sull'acqua pubblica con lo scopo di ripubblicizzare Aquedotto Pugliese

Leggi di più

Giovanni Vianello

Invaso del Pappadai, un'opera utile ma fino ad ora sprecata

Ho presentato in materia una interrogazione parlamentare al Governo 

Leggi di più

Giovanni Vianello

Oltre 840 mila euro di ristori in Puglia per trasporto scolastico

Nelle casse di 89 Comuni pugliesi arriveranno oltre 840 mila euro di ristori a favore delle imprese esercenti servizi di trasporto scolastico a seguito delle perdite di fatturato derivanti dall’emergenza epidemiologica COVID-19

Leggi di più

Giovanni Vianello

Interrompo il silenzio su Ilva, vi spiego quello che è successo e cosa faremo

Dopo più di dieci giorni di stop, finalmente interrompo il silenzio su Ilva. Ai molteplici attacchi verbali ho deciso di rispondere con l'indifferenza. Per i cittadini che mi hanno chiesto informazioni cerco di fare chiarezza su quello che è successo

Leggi di più

Giovanni Vianello

19/05/22 - Bonifiche Taranto: audizione Corbelli, assurdo che il Governo non sblocchi la situazione.

Abbiamo appreso notizie che lasciano l’amaro in bocca ma che mi portano ad affermare che è assurdo che il Governo non sblocchi la situazione sulle bonifiche di Taranto.

Leggi di più

Giovanni Vianello

30/06/22 - Bonus 110% Conferenza stampa con gli imprenditori di Class Action Italia

Conferenza stampa con gli imprenditori di Class Action Italia, piccole imprese dell’edilizia che stanno denunciando in ogni sede i danni che Draghi sta provocando nello smontare il bonus 110%, una misura di #RiqualificazioneEnergetica al quale sono legate più di 3...

Leggi di più