26/05/22- Lettera di un imprenditore edile in difficoltà per colpa di Draghi!

Durante la manifestazione organizzata da imprese e lavoratori della Class Action Nazionale dell'Edilizia Action per la cessione dei crediti del superbonus 110% un imprenditore anonimo che era presente in piazza ha inviato questo messaggio all'organizzatore (vi riscrivo il messaggio anche qui sotto), è stato un momento toccante e difficile da buttare giù, le difficoltà che stanno attraversando questi imprenditori, le loro famiglie e gli operai a causa del cambio di regole improvviso fatto da Draghi è qualcosa di cosi arrogante e insensato che si fa fatica a comprendere. Qualche giorno fa anche l'Unione Europea ha consigliato all'Italia di puntare maggiormente sulla riqualificazione energetica eppure il Governo Draghi fa finta di non sentire.

Ho ricevuto una delegazione di imprenditori con i quali stiamo preparando un emendamento affinchè il problema della cessione dei crediti venga risolto in modo da dare respiro alle aziende del settore e non rischiare di bloccare i cantieri. Ci sono tantissime famiglie che hanno bisogno di risposte! Draghi e i partiti di maggioranza ci stanno? Vogliono aiutare queste famiglie?

Messaggio di un imprenditore edile:

"Ciao sono un imprenditore tra voi alla manifestazione ma non riesco a venire li a parlare perché sono imbarazzato della mia situazione. E vorrei rimanere in anonimato. Purtroppo come tutti voi anch'io ho sempre lavorato onestamente e non ho avuto mai problemi poi mi sono avventurato in questo 110 con i miei 8 operai ho mandato avanti tre cantieri e ceduto il primo SAL alle poste. Lo so sono stato un cretino perché ho cercato di completarli nella speranza che si sbloccava la situazione. Ora nessuno vuole i miei crediti assurdo. Io credevo che una situazione così paradossale non poteva andare avanti così e intanto da novembre tutto fermo non ho più incassato nulla. Oggi vedo il mio cassetto fiscale con un milione e cento mila euro ma non riesco a pagare i fornitori l'Iva di sicuro non riuscirò ad avere il DURC ho dovuto lasciare a casa i miei operai che da una vita sono con me e che devo ancora finire di pagare sono riuscito a dargli qualcosa prendendoli da un libretto di risparmio dei miei figli. Si i miei figli poverini li sto abbandonando con mia moglie non parliamo più sono sempre sopra pensiero non riesco più a concentrarmi non riesco a fare nulla. Scusatemi se non ho versato la quota di iscrizione ma ho preferito fare il biglietto per essere qua e guardare in faccia chi ogni giorno ci prende per il culo ma che vive una vita agiata non sanno niente di cosa vuol dire l'umiliazione di chi non riesce a pagare non riesce a portare i figli a prendere un gelato. Vergognatevi ci avete rovinato la vita, tutti siete a favore ma nessuno che fa niente siete vergognosi. Io che ho creduto nello stato sembrava una nuova luce invece un incubo. Grazie ragazzi per quello che state facendo voi dovete governare questo paese siete semplici seri e molto preparati. Scusatemi ma voglio rimanere un anonimo ex imprenditore perché non so se riuscirò a risollevarmi ma spero di rimanere in mezzo a voi. Grazie ragazzi forza Class Action"

LEGGI L'ARTICOLO

Tempo di lettura: 3'

Pubblicato il: 30/05/2022 - 18:22:0


TORNA ALLA HOME
Giovanni Vianello

06/06/22 -In Italia è tornata di moda la caccia alle streghe

In Italia è tornata di moda la caccia alle streghe. Lo sa bene il #Copasir, che con la sua lista di proscrizione ci riporta indietro nel tempo agli anni delle peggiori dittature. Prima la guerra ai no-vax, poi la lotta ai "putiniani d’Italia"

Leggi di più

Giovanni Vianello

Ok CdM a candidatura Taranto ai Giochi del Mediterraneo, ora massima convergenza su riconversione economica

Il via libera del Consiglio dei Ministri alla candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo 2025 è il frutto di un grandioso lavoro di squadra

Leggi di più

Giovanni Vianello

Decreto Riordino Ministeri è legge, ritorna centrale il ministero dell'Ambiente

Con il decreto 'Riordino dei Ministeri' ormai legge grazie ai voti favorevoli della Camera (269), il dicastero dell'Ambiente ritorna centrale riacquisendo anche la competenza sul contrasto al dissesto idrogeologico

Leggi di più

Giovanni Vianello

01/01/22 -EX ILVA: DRAGHI E I PARTITI SCIPPANO FONDI ALLE BONIFICHE DI TARANTO, VERGOGNA.

Il Decreto Milleproroghe 2022 si trasforma nel 14° decreto Salva Ilva, Draghi e i partiti rappresentati nel Consiglio dei Ministri (PD, Forza Italia, M5S, IV, Lega, Leu) sottraggono i fondi del Patrimonio Destinato

Leggi di più

Giovanni Vianello

Tratto Taranto-Massafra sulla SS7, progetto definanziato dalla Regione

Emiliano penalizza nuovamente le infrastrutture della provincia di Taranto

Leggi di più

Giovanni Vianello

14/05/22 - Rigassificatori: follia escludere la valutazione ambientale.

Apprendiamo dagli organi di stampa che il Governo Draghi, attraverso la bozza del decreto “aiuti” vorrebbe realizzare i nuovi rigassificatori galleggianti senza le procedure di Valutazione d’impatto Ambientale

Leggi di più

Giovanni Vianello

Trivelle, serve chiarezza sul reale pagamento dei canoni concessori aumentati

Nessun favore ai giganti delle fossili

Leggi di più

Giovanni Vianello

Integrazione salariale lavoratori cassintegrati ILVA in A.S.

Presentato emendamento a mia prima firma in legge di Bilancio

Leggi di più