07/07/22 - RIGASSIFICATORI ED ENERGIE RINNOVABILI, IL GOVERNO E I PARTITI SONO DEI FOSSILI!

Bloccano il green e condannano Piombino

IL GOVERNO HA ESPRESSO PARERE CONTRARIO E TUTTI I PARTITI NON HANNO VOTATO A FAVORE DI QUESTI IMPEGNI CHE ABBIAMO PROPOSTO:

???? siano promossi in modo determinato e duraturo l’efficienza energetica, le fonti rinnovabili, in ossequio al pacchetto « Fit for 55% » che si riferisce all’obiettivo dell’UE di ridurre le emissioni nette di gas a effetto serra di almeno il 55 per cento entro il 2030;

???? sia immediatamente eseguito un azzeramento dell’esportazione del gas verso Paesi esteri che non trova giustificazione vista la dichiarata necessità enunciata dal Governo di ulteriore approvvigionamento dall’estero di gas naturale per il nostro Paese;

???? sui singoli progetti non venga inviata alla Commissione europea la richiesta di esenzione della #VIA (Valutazione d’Impatto Ambientale) permettendo quindi il procedimento completo, altresì venga realizzata la #VIS (Valutazione d’impatto Sanitario), e al fine di una integrazione e raccordo con la pianificazione nazionale già esistente, tali impianti oggetto dell’articolo 5 siano concepiti a seguito delle analisi della suddetta pianificazione e quindi sottoposti a #VAS (Valutazione Ambientale Strategica);

???? si valuti con dibattito pubblico la possibilità di disposizioni differenti e alternative alla installazione dei rigassificatori affinché, in linea con gli obiettivi della transizione ecologica ma soprattutto per diminuire l’approvvigionamento e il consumo di combustibili fossili – non soltanto dalla Russia – sia aggiornato il Piano che permette la decarbonizzazione in linea, se non più ambizioso, la mobilità elettrica, lo stoccaggio di energia, la stabilizzazione della rete elettrica nazionale pronta a conseguire la neutralità climatica entro il 2050.

(IMPEGNI ODG 9/3614-A/59 a prima firma Vianello della componente Alternativa ).

???? HANNO VOTATO CONTRO: PD, M5S, LEGA, DI MAIO PARTY, FORZA ITALIA, LEU.

???? FRATELLI D’ITALIA SI È ASTENUTA.

Rendetevi conto dove ci stanno portando questo Governo e questi partiti!

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 6 persone e spazio al chiuso

LEGGI L'ARTICOLO

Tempo di lettura: 4'

Pubblicato il: 08/07/2022 - 12:07:2


TORNA ALLA HOME
Giovanni Vianello

19/05/22 - Bonifiche Taranto: audizione Corbelli, assurdo che il Governo non sblocchi la situazione.

Abbiamo appreso notizie che lasciano l’amaro in bocca ma che mi portano ad affermare che è assurdo che il Governo non sblocchi la situazione sulle bonifiche di Taranto.

Leggi di più

Giovanni Vianello

Bene Patuanelli su ferriera di Trieste, replicare anche per l'ex Ilva di Taranto

La chiusura dell’area a caldo della ferriera di Servola tramite accordo di programma è un’ottima notizia...

Leggi di più

Giovanni Vianello

Dl Semplificazioni, colmo di nefandezze su ambiente

Sul fronte ambientale pesanti criticità nel dl Semplificazioni

Leggi di più

Giovanni Vianello

21/06/22 - Banca Popolare di Bari: Governo non adotterà fondo per tutelare azionisti.

Martedì 21 giugno il Ministero dell’Economia e Finanze ha risposto ad una mia interrogazione durante il question time in commissione affermando che non potrà adottare un fondo per salvaguardare i piccoli azionisti.

Leggi di più

Giovanni Vianello

Trivelle, serve chiarezza sul reale pagamento dei canoni concessori aumentati

Nessun favore ai giganti delle fossili

Leggi di più

Giovanni Vianello

Due soluzioni per superare lo stallo istituzionale

Voto subito e no a un governo tecnico, oppure l'aggiunta di un'altra persona nel ruolo di ministro dell'Economia. Sono queste le due proposte sulle quali si sta ragionando per scongiurare l'ennesimo Esecutivo non scelto dagli italiani

Leggi di più

Giovanni Vianello

Decreto dignità , la Waterloo del precariato

È stato approvato dal CdM il DL Dignità, ossia lo strumento attraverso il quale il governo del cambiamento ha iniziato a smantellare il Jobs Act che ha distrutto il mondo del lavoro relegando l’articolo 4 della Costituzione ai margini

Leggi di più

Giovanni Vianello

AREA MARINA PROTETTA DEL MAR PICCOLO E DELLE ISOLE CHERADI: PRIMO INCONTRO SVOLTO, AVANTI PER L’EFFETTIVA ISTITUZIONE.

Il giorno 3 novembre c’è stato il primo incontro da parte del Comune di Taranto, della Provincia di Taranto e della Regione Puglia e si registrano pareri favorevoli per l’istituzione dell’AMP (Area Marina Protetta) del Mar Piccolo e delle Isole Cheradi...

Leggi di più